mercoledì, Febbraio 21, 2024
spot_img
HomeArte & DesignDREAMING IN THE BUBBLE

DREAMING IN THE BUBBLE

Dal 17 al 23 aprile presso Palazzo Vidiserti Dozzio di via Montenapoleone 23

Per la Milano Design Week, il designer Luca Trazzi per Iplex Design, presenta Dreaming in the Bubble, l’installazione immersiva dai colori vibranti nel cuore pulsante del Montenapoleone Design District.

Un’effervescenza da scoprire e vivere con la collezione di sedute che ricordano bolle di sapone trasparenti e dalle sfumature vivaci, un gioco di semisfere che traggono ispirazione da opere simbolo della memoria storica del design, come l’Eclissi di Vico Magistretti (1965), gli Igloo di Mario Merz (1967) e la Bubble Chair di Aarnio (1968).

Made in Italy e realizzate in metacrilato 100% da polimero vergine, sono il risultato dell’unione di originalità, tecnica ed economia circolare: il materiale che le compone è totalmente riciclato e riciclabile. Il criterio progettuale dell’upcycling dell’idea originale permette il recupero di uno stampo preesistente e la sua trasformazione nell’oggetto di design per eccellenza, la seduta. Con un forte background nel mondo del car design, le poltrone “Dreaming in the Bubble” sono caratterizzate dalla loro massima personalizzazione, sia nei colori che nelle finiture.

Con Iplex, marchio italiano leader nella lavorazione del cristallo acrilico, Luca Trazzi mette in scena il connubio perfetto tra innovazione e artigianalità, non tralasciando un pizzico di incanto.

Con la collezione Dreaming in the Bubble di colore bianco, nero, fucsia, arancione, blu e verde, il cortile di Palazzo Vidiserti Dozzio assume le sembianze di un sogno in uno spettacolo di light design che, attraverso un gioco di riflessione e rifrazione, ridisegna gli spazi in modo giocoso.
Geometrie, luci e colori iridescenti in una magia che avvolge il chiostro cinquecentesco milanese nel quale, si narra, ci fosse un pozzo con acqua prodigiosa dalle proprietà curative per gli occhi, ed è proprio una gioia per la vista l’atmosfera che accoglie i visitatori.

Trazzi veste a festa il cortile di Palazzo Vidiserti Dozzio al civico 23 di via Montenapoleone a partire da Lunedi 17 Aprile a Domenica 23 Aprile dalle ore 10.00 alle ore 22.30.

About Luca Trazzi

Luca Trazzi architetto e designer industriale, è nato a Verona nel 1962. Insignito già in giovane età del premio Carlo Scarpa, ha lavorato per quindici anni accanto ad Aldo Rossi, di cui è stato stretto collaboratore e assistente.
Oggi si divide tra Milano e la Cina; è inoltre tra i fondatori di designboom.com e progetta per i più prestigiosi marchi internazionali.
È stato Direttore Creativo della Pantone Universe nel 2014 e 2015.
Luca Trazzi ama disegnare oggetti che non seguono le mode, oggetti da toccare, accarezzare, oggetti che ci accompagnano nella giornata e nei nostri gesti quotidiani.
Oggetti facili da usare, da capire, belli da vedere.

Oggetti dalle forme semplici, accattivanti, linee che non passano di moda. L’attenzione al particolare e al dettaglio è la caratteristica che viene letta nel lavoro di Luca Trazzi.
Nel campo del design progetta per: Alfi, Audi, Chicco, Fiorucci, FrancisFrancis!, Fiat, Guzzini,Illy, Italesse, Kreon, Pedrini, Porsche, Plank, Martini, Swatch, SchönhuberFranchi, Viceversa, Wmf, Zucchetti Robotica, Barilla, Foppapedretti, Mr & Mrs Fragrance, Pantone, Serax, Zucchi Bassetti,Diamantini & Domeniconi, Moneta, Veuve Clicquot, Aperol, Campari, Kasanova.
I prodotti di queste aziende sono distribuiti in tutto il mondo.
Parallelamente al design interpreta i luoghi, in modo artistico, attraverso le installazioni che rappresentano la ‘messa in scena’, quasi in un teatro a cielo aperto, delle sue visioni e dei suoi pensieri.
In quest’ambito ricordiamo gli allestimenti:
“ 95 anni di Carrozzeria Touring Superleggera”, Museo del Risorgimento nel cortile di Palazzo Moriggia, in occasione del Salone del Mobile 2022
“Dandelion”, galleria Italia negli spazi del colonnato di Palazzo Anguissola e il Giardino di Alessandro, in occasione del Salone del Mobile 2018.
“Poesie di Neon”, galleria Italia negli spazi del colonnato di Palazzo Anguissola e il Giardino di Alessandro, in occasione del Salone del Mobile 2017.
“Cromateria”, nel chiostro del Museo Diocesano di Milano
“Yellow Tower” per Veuve Clicquot, nel cortile principale dell’Università Statale di Milano
“Cucù Duomo: l’orologio di Milano”, a favore della Veneranda Fabbrica del Duomo,
“T garden”, nel cortile principale dell’Università Statale di Milano
“T energy” nel cortile Farmacia dell’Università Statale di Milano
“Nuvole d’oro” l’installazione luminosa realizzata nella storica via Dante a Milano.

About Iplex

“I” come Ippoliti, dal nome del suo fondatore, l’uomo che da un piccolo tornio costruito in garage, nottetempo realizzava i primi piccoli prodotti in plexiglass, intuendone le elevate caratteristiche prestazionali.
“Plex” come il cristallo acrilico impiegato per realizzazioni di design industriale che, grazie alla possibilità di personalizzazione, al suo elevato grado di trasparenza e infrangibilità, diviene la perfetta combinazione tra innovazione tecnologica ed artigianalità.
Grazie allo stile e gusto innati, Iplex è così in grado di immaginare e trasformare idee in progetti, realizzare progetti in prototipi e, infine, creare prodotti di design, arredi leggeri che si fanno notare, nell’ambiente domestico con forme avveniristiche e materiali innovativi.
Iplex: chi è bello fuori dentro è trasparente.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -spot_img

Most Popular