La più grande festa delle arti  E l’Italia diventa un grande puzzle colorato al quale ogni città d’arte ceramica aggiunge un tassello unico. E’ l’Italia del fatto a mano, della creatività, delle forme e dei colori,  lontana da stereotipi e uniformità.

edizione  – 20  e 21 maggio 2023

in contemporanea in 45 CITTA’ della CERAMICA in Italia

FARE TOCCARE GUARDARE  – 48 ore di bellezza

Con uno straordinario supporto del volontariato, BUONGIORNO CERAMICA! 2023 a partire dai laboratori, dagli atelier, dai forni, dalle botteghe, dalle gallerie d’arte  torna in strada, in piazza, nelle scuole, nei musei, nei parchi, sul mare.

BUONGIORNO CERAMICA 2023 invita il 20 e 21 maggio ad una festa diffusa, a partecipare nelle forme più diverse ad una insolita esperienza d’arte, ad una mobilitazione che narra di un’Italia creativa.

Sono 45 le Città della Ceramica sparse in tutta Italia dove nell’arco di un weekend, organizzato dall’AiCC, Associazione italiana Città della Ceramica, si susseguono ogni anno Performance, Laboratori, Concerti, Aperitivi col Maestro, Degustazioni, Mostre, Installazioni, Visite guidate, Workshop, Letture, Trekking e molto altro. Un gran piacere sia per gli adulti che per i più piccoli. Un Festival concentrato in una due giorni a porte aperte.

Nel penultimo di maggio tutti possono scoprire botteghe, laboratori, atelier in cui quotidianamente la ceramica viene pensata e realizzata. Possono incontrare i protagonisti, gli artigiani, i giovani artisti, i designers, vederli lavorare, toccare l’argilla, provare magari a mettersi al tornio, smaltare, capire il valore del fatto a mano.

Possono entrare nei musei, in gallerie, seguire percorsi di visita a tema, conoscere tradizioni secolari e scoprire le creatività più innovative. Partecipare a laboratori collettivi o fare piccole sedute di lavoro individuali. 

Fare shopping di pezzi unici, scoprire a tavola quanto è più bello il cibo servito su un piatto artigianale o magari ascoltare musica fatta con strumenti in ceramica. Fare la prima colazione della ceramica o prendere il gelato al “gusto del ceramista”!

Con Buongiorno Ceramica! vogliamo promuovere la ceramica artistica e artigianale, per riportarla al centro della sensibilità e dei costumi italiani. Il successo crescente di Buongiorno Ceramica! ci conferma che abbiamo intercettato una passione e forse anche un’inclinazione degli italiani. Per questo con AiCC, Associazione Italiana Città della Ceramica, promotrice della manifestazione, teniamo sempre viva l’attenzione e la passione su questa arte che rappresenta l’identità culturale per tanti territori italiani”, sottolinea il presidente di AiCC Massimo Isola

Le iniziative, in continuo aggiornamento, sono consultabili sul sito www.buongiornoceramica.it e si svolgono in contemporanea nell’arco della “due giorni” nelle 45 città di antica tradizione ceramica in tutto il territorio nazionale e in alcune città della ceramica europee.

Le 45 città di antica tradizione ceramica sono: Albisola Superiore, Albissola Marina, Appignano, Ariano Irpino, Ascoli Piceno, Assemini, Bassano del Grappa, Borgo San Lorenzo, Burgio, Calitri, Caltagirone, Castellamonte, Castelli, Cava de’ Tirreni, Celle Ligure, Cerreto Sannita, Città di Castello, Civita Castellana, Cutrofiano, Deruta, Este, Faenza, Grottaglie, Gualdo Tadino, Gubbio, Impruneta, Laterza, Laveno Mombello, Lodi, Monreale, Montelupo Fiorentino, Napoli-Capodimonte, Nove, Oristano, Orvieto, Pesaro, San Lorenzello, Santo Stefano di Camastra, Savona, Sciacca, Sesto Fiorentino, Squillace, Urbania, Vietri sul Mare, Viterbo. Altre 12 città sono in fase di adesione ad AiCC).

ALCUNI SINGOLI PROGRAMMI AD OGGI PERVENUTI (non esaustivi)

iniziative in continuo aggiornamento consultabili sul sito www.buongiornoceramica.it

In Piemonte, il Comune di Castellamonte, la cui tipicità delle stufe resta un esempio di radicata tradizione artistica, ha un programma ricco ed articolato con mostre come “Ceramiche Sonore”, fischietti in terracotta e ceramiche di diverse dimensioni (presso il Centro Congressi), laboratori, percorsi cittadini tra le botteghe e perfino concerti “in ceramica”.

In Lombardiaa Laveno Mombello al MIDeC in Palazzo Perabò, fraz. Cerro, l’antico e il contemporaneo si incontrano con mostre storiche e mostre – laboratori dalle  differenti caratteristiche (tecnica del tornio, scultura, decorazione) e tecniche di stampa calcografica e incisione su ceramica. 

In Liguria gran programma per le 4 città AiCC raccolte sotto un unico “brand”, Baia della Ceramica (Albisola Superiore, Albissola Marina, Celle Ligure e Savona), con una mostra “Omaggio alla Puglia” con lo scopo di avvicinare il pubblico alle diverse realtà della ceramica e alle diverse tradizioni artistiche attraverso concerti e proiezione di filmati e immagini della produzione ceramica delle città ospiti.

ad Albissola Marina tra i pittoreschi caruggi del centro storico si scoprirà l’identità in ceramica che segna questa terra. E’ infatti tutto un susseguirsi di mostre ed esposizioni frutto del sapiente lavoro degli atelier, di artigiani e artisti. Un’esperienza sensoriale all’insegna della creatività e della fantasia, arricchita dalla bellezza del panorama costiero. Una ceramica intrisa di mare infatti quella di Albissola, come nella mostra “Vento di Mare al Bludiprussia oppure “Fantastica Liguria” l’allestimento che appare come un gioco di forme in ceramica policroma, rimando alle case accatastate sulle rocce che nascono dal mare.T ra le iniziative anche la mostra collettiva di StreetArt Ceramica in cui molte opere saranno decorate live.

Ad Albisola Superiore Buongiorno Ceramica quest’anno si declina a scala urbana con due opere di arredo scultoreo “C’era mica una panchina? Opera work in progress sulla passeggiata sul mare che trova la conclusione quest’anno e la messa in opera della scultura “Osvaldo” di Paolo Pastorino, riflessione materica sullo scorrere del tempo.

Celle Ligure mostre, visite guidate e laboratori con un omaggio in musica alla ceramica di Castellamonte.

In Veneto Este si muove tra mostre, visite guidate alle botteghe, e laboratori prevedendo inoltre il coinvolgimento degli esercizi  commerciali del centro storico.

In Emilia-Romagna: Faenza, capitale della ceramica artistica, apre le sue botteghe e atelier al pubblico, con eventi, mostre, dimostrazioni e laboratori per tutti organizzati dai ceramisti locali. 

Nella giornata di sabato 20 maggio, da mattina a sera, i laboratori, le botteghe e gli atelier della ceramica di Faenza apriranno le loro porte al pubblico con eventi, mostre, dimostrazioni, laboratori didattici per bambini e adulti organizzati e pensati dai ceramisti faentini. 

Si moltiplicano inoltre gli appuntamenti di natura conviviale, infatti oltre al tradizionale Aperitivo del Ceramista in Piazza Nenni, storica iniziativa faentina che valorizza oltre alla ceramica anche le eccellenze enologiche del territorio, e la Colazione del Ceramista, di fronte al Duomo, per iniziare la giornata con un caffè in tazzine in ceramica appositamente realizzate, la novità di questa edizione è il Gelato del Ceramista, l’appuntamento pomeridiano dedicato alle famiglie e ai bambini. A partire dalle ore 16 sarà possibile fare merenda con il gelato servito all’interno di coppette in ceramica, create dai ceramisti per l’occasione. E per i più piccoli, la merenda sarà accompagnata da animazioni, musica e giochi con l’argilla. 

Parteciperanno a Buongiorno Ceramica anche i musei e altri operatori culturali del territorio, Museo Internazionale delle Ceramiche, Museo Carlo Zauli, Museo Tramonti, Studio Ivo SassiCasa-Museo Bendandi, Museo Diocesano e Associazione Mondial Tornianti Gino Geminiani, con aperture straordinarie, dimostrazioni, eventi a tema e mostre.

Nelle Marche a Pesaro si potranno visitare le botteghe, gli studi e gli atelier dove la ceramica artistica e artigianale viene pensata e creata tutti i giorni dai ceramisti della città. In programma anche visite guidate a tema a Palazzo Ciacchi e a Palazzo Mosca – Musei Civici sulle collezioni dedicate a questa secolare attività artistica, laboratori e dimostrazioni pratiche dei maestri ceramisti nel cortile dei Musei Civici a cura dell’Associazione Amici della Ceramica di Pesaro e aperture straordinarie del museo CAME.

Fratte Rosa Open Day con laboratori di tornio, modellazione dell’argilla e decorazione della maiolica in collaborazione con la Scuola Primaria montessoriana.

Ad Appignano,Botteghe Aperte con messa a disposizione di oggetti e strumenti perché il pubblico possa sperimentare direttamente o attraverso workshop guidati, possibilità anche di fare acquisti direttamente all’origine con CeramicStore –showroom che il meglio della produzione di artisti e artigiani locali. Splendido il progetto Colorful Garden nell’ambito del quale, sabato 20 maggio, ia riqualificazione attraverso la decorazione di piastrelle artistiche, di panchine, sedie e tavoli di un’area pubblica diventerà un happening collettivo.

In Umbria a Deruta si comincia venerdì 19 maggio con mostre e laboratori al tornio, pittura e scultura (anche per i più piccoli) che proseguono per tutto il weekend. Sarà anche possibile ricevere il diploma di “Artista per un giorno” per chiunque vorrà mettersi alla prova e sperimentare l’arte di dipingere o del torniante.

Gualdo Tadino presenta due giorni ricchi di appuntamenti, soprattutto espositivi, tra cui un ricco itinerario museale, che oltre all’antico Opificio Rubboli, con la nuova mostra “Rubboli 1873 – 1884 comprende anche il Museo della Ceramica Casa Cajani ed il Museo Civico Rocca Flea. 

A Gubbio INTERSEZIONI/ZERO mostrerà dal 19 maggio possibili interazioni tra ceramica e collezioni museali che spaziano dall’archeologia alle collezioni orientali e risorgimentali, per terminare con un rimando alle Biennali di scultura di Gubbio. 

Città di Castello sarà visitabile la mostra “Suoni dalla terra, esperienze di ricerca nella ceramica contemporanea” una selezione di opere dei ceramisti tifernati e non solo, ospitata nell’ala contemporanea della Pinacoteca di Città di Castello. Apertura straordinaria al pubblico di botteghe, aziende, atelier e laboratori ceramici con una notevole sensibilità per il contemporaneo.

Ad Umbertide Buongiorno Ceramica si concentra intorno alla Manifattura e al Museo Rometti dove si osserveranno sia le postazioni di lavoro  e gli artigiani all’opera, sia le collezioni storiche con pezzi iconici accanto agli esemplari più recenti di una realtà ben al di sopra della media che si impose subito come rivoluzionaria nel panorama manifatturiero nazionale. 

In Toscana ad Asciano nel cuore delle Crete Senesi si avrà modo di scoprire le antiche maioliche e le famiglie di vasai storici le cui opere sono esposte al Museo di Palazzo Corboli. Alla scoperta di Cretalandia con tante botteghe dove incontrare gli attuali maestri vasai e osservare le creazioni degli artisti della ceramica.

A Montelupo Fiorentino visite guidate al Museo Archivio Bitossi ed esperienze immersive in studi d’artista e fornaci. Domenica 21 maggio trekking urbano per ammirare le opere di materia prima e di arte contemporanea nel centro storico e nel parco della Villa Medicea.

Sesto Fiorentino Buongiorno ceramica 2023 è una sorta di viaggio nel tempo, un tour tra i diversi luoghi della città dove saranno organizzati mostre ed eventi per approfondire la conoscenza della storia della ceramica sestese e ammirare la produzione attuale e le opere innovative di alcuni artisti. Saranno esposti al pubblico manufatti di epoca preistorica, fabbricati nel territorio sestese circa 6.000 anni fa, opere settecentesche della Manifattura Ginori, modelli e forme in gesso di aziende artigianali fondate tra la fine dell’800 e i primi anni del ‘900. Si potranno ascoltare testimonianze di vecchi ceramisti e vedere dimostrazioni di pittura sulla porcellana e di tecniche di restauro di opere in gesso. Si potrà partecipare a laboratori di modellazione e di pittura. 

Nel Lazio ad Acquapendente in occasione di Buongiorno Ceramica il centro Storico si riempirà di esposizioni artigianali, mercatini e apertura dei laboratori artistici e del Museo della Città, sia il Civico che il Diocesano. il Convegno “Il fiore quale elemento decorativo: dall’arte ceramica ai Pugnaloni di Acquapendente”, rifletterà sulle due principali tradizioni di Acquapendente, ceramica e Pugnaloni (pannelli in legno con decorazioni di fiori e foglie tipici della terza domenica del mese di maggio), si fonderanno in un momento di approfondimento e promozione culturale di rilievo.

Civita Castellana apertura del Museo Archeologico dell’Agro Falisco, mostre di artigiani e laboratori contemporanei di stoviglierie nel Cortile Maggiore del Forte Sangallo. Laboratori di ceramica e mosaico presso il Museo della Ceramica. Apertura botteghe.

Viterbo si parte venerdì 19 maggio con le scuole: al mattino con gli alunni della scuola primaria che, guidati dai ceramisti, realizzeranno bassorilievi dedicati a Viterbo Città della Ceramica; nel pomeriggio con gli studenti del Liceo Artistico.

Sabato 20 e domenica 21 la festa della ceramica animerà tutto il centro storico con le botteghe e gli atelier aperti che proporranno laboratori e workshop, con i percorsi guidati alla scoperta delle collezioni del Museo della Ceramica della Tuscia, con la visita, il sabato pomeriggio, ai luoghi che conservano testimonianze significative della tradizione ceramica viterbese, con una mostra d’arte presso il Museo del Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa. Nell’intero weekend la ceramica incontrerà il mondo dei sapori! in occasione degli show cooking proposti da Assaggi, il Salone dell’enogastronomia laziale.

Tarquinia sarà possibile seguire un itinerario raggiungendo alcune botteghe e atelier a piedi, oppure a bordo del “Tbus, il treno su gomma della Città di Tarquinia.

Inoltre sarà possibile visitare la mostra Grand Tour della AiCC presso Palazzo Buschi, sede della biblioteca comunale e del Museo delle Arti visive.

In Campania a Cerreto Sannita un programma ricco e diversificato con mostre, laboratori, visite guidate nel centro storico tutto a tema ceramica con tanto di laboratori esperenziali. Tra le mostre si segnala “Alchimie e forme astrali: terracotta e ceramica raku” e “Ceramiche a confronto: Porcellana di Capodimonte – Maiolica Cerretese”.

Ad Ariano Irpino una delle iniziative più originali e coinvolgenti, il Trekking del Ceramista nella giornata di sabato 20 maggio: un tour esperenziale sul tema della Maiolica arianese con tanto di sopralluoghi alle grotte  scavate nella roccia dove gli antichi “pitanari” producevano ceramica fino ad arrivare agli atelier contemporanei. 

In Puglia Cutrofiano sabato 20 maggio organizza presso le Scuderie Palazzo Filomarini la mostra di opere dei ceramisti cutrofianesi e la mostra fotografica “Grigio Argilla”,  domenica la Ciclopasseggiata tra le botteghe e i luoghi della ceramica, l’apertura straordinaria dell’antica Fornace e dal pomeriggio la “Grande Opera” realizzazione live dell’opera collettiva dei ceramisti locali a più mani. In contemporanea “Impronte Future” , le piastrelle dei nuovi nati e i laboratori per bambini.

Laterza aprirà le sue porte a diversi artisti locali, non solo ceramisti, che esporranno le loro opere in una mostra dal titolo “Dialogo tra arte e ceramica”. Le giornate proseguiranno con laboratori di manipolazione dell’argilla nei pressi del Santuario Mater Domini, mentre presso il Palazzo Marchesale si terrà una personale del ceramista laertino Giuseppe De Vietro.

San Pietro in Lama invita ad una giornata di visite e percorsi tra le botteghe e in piazza.

TerlizziBuongiorno Ceramica si incentra sull’iniziativa “TRADIZIONI CREATTIVE” – CONTAMINAZIONI, finalizzata al recupero della tradizione ceramica quale momento di innovazione artistica e di contaminazione enogastronomica e su INSTALLAZIONI DIFFUSE di manufatti in ceramica seguendo un percorso itinerante che attraversa alcuni dei contenitori culturali cittadini.

In Sicilia a Burgio ultima occasione per visitare la mostra “Le mille forme dell’anima”, presso il MUCEB, Museo della Ceramica, 38 opere in legno e terracotta dell’artista Salvatore Rizzuti. 

In Sardegna ad Oristano il sabato sono i giovanissimi a mettere in mostra le loro opere ceramiche, i ragazzi di una cooperativa sociale e gli studenti del Liceo artistico, la domenica i ceramisti storici. In contemporanea apertura straordinaria e visite guidate presso il Centro di Documentazione della Ceramica oristanese “Terracotta”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here